Pakistan: altro terremoto magnitudo 7.2 colpisce la provincia devastata del Baluchistan

Bambino che scava tra i resti della sua abitazione crollata, Pakistan (Getty images)

E’ stato registrato un altro forte terremoto in Pakistan con epicentro a 96 km a nordest della città di Awaran, nella stessa provincia del Baluchistan colpita martedì scorso da un sisma magnitudo 7.7 che ha provocato la morte di almeno 515 persone e oltre 400 feriti.

La scossa di martedì è stata seguita da una serie di scosse di assestamento che variavano di una magnitudo di 4 ai 6.
Tuttavia, la nuova scossa di oggi sarebbe da considerare un terremoto indipendente e non una scossa di assestamento: è quanto riferisce il direttore del Centro Sismico Nazionale pakistano Zahid Rafi.
Infatti, sebbene vi siano delle discordanze sull’intensità del sisma, l’Istituto di geofisica americano Usgs, parla di una magnitudo di 6.8 mentre per il Dipartimento Meteorologico del Pakistan, la magnitudo sarebbe stata di 7.2, il fatto che si sia sprigionata a 14 chilometri di profondità fa ipotizzare ad un terremoto indipendente.

Stando alla prime informazioni che trapelano dai media, un funzionario dell’amministrazione locale Zahir Jan Jamaldani riferisce che diverse abitazioni sono crollate dopo il nuovo terremoto.
La città di Nokju del distretto di Awaran è stata maggiormente colpita, ma secondo le autorità è ancora presto per capire se ci siano morti o feriti: “Il villaggio di Nokjo è stato fortemente danneggiato e si teme che ci siano delle persone sotto le macerie. Stimo cercando di ottenere maggiori informazioni”, afferma Jamaldani.

Secondo il quotidiano The News International già quattro vittime sarebbero state accertate.

Redazione