Walk a Mile in Her Shoes: uomini in tacchi a spillo contro la violenza di genere

Scarpe da donna (Michael Loccisano/Getty Images for Macy's)

Il tema del femminicidio è da mesi al centro delle cronache italiane. Dopo aver per anni rimosso il problema della violenza di genere – che statisticamente è soprattutto una violenza condotta all’interno del nucleo famigliare – l’Italia è finalmente investita da un dibattito che tenta di dare considerazione al fenomeno nel tentativo di compiere quel cambiamento culturale necessario a sconfiggerlo o anche solamente a ridurlo.

A proposito di femminicidio e di iniziative di sensibilizzazione sulla questione, anche in Italia è giunta eco di un’iniziativa ideata da un’associazione della California. Si chiama Walk a Mile in Her Shoes ed è un curioso, ma interessante, esperimento di contaminazione sul tema del genere sessuale con cui si chiede a degli uomini di sfilare per circa un chilometro indossando dei tacchi a spillo.

Camminando per un tratto di una via cittadina con indosso scarpe di donna, gli uomini che partecipano al flash-mob si mettono nei panni femminili e, attraverso l’adozione di una prospettiva che travalica l’appartenenza di genere, riflettono sulla violenza, sul femminicidio, sullo stupro, fenomeni ormai riconosciuti come frutto di una discriminazione verso le donne che ancora sussiste a livello globale.

Chiunque, associazioni o individui, può aderire a Walk a Mile in Her Shoes ed organizzare una sfilata nella propria cittadina. Come scritto nel portale web dell’associazione: “E’ un modo per permettere agli uomini di capire le esperienze delle donne, per cambiare punto di vista, per aiutare nel percorso verso il miglioramento delle relazioni di genere”.

Redazione online