Crisi di governo. Epifani: “No a un governo di transfughi”

Guglielmo Epifani (VINCENZO PINTO/AFP/Getty Images)

Nel panorama di questa crisi di governo, con l’esecutivo di larghe intese presieduto da Enrico Letta pronto a saltare di fronte al voto di decadenza parlamentare per Silvio Berlusconi, si è espresso l’attuale segretario di uno dei due partiti interessati: Guglielmo Epifani. Il segretario del Partito Democratico ha rilasciato un’intervista per Radio 24 ed ha commentato la situazione dicendo: “Il centrodestra sta facendo saltare in aria il Paese ed era evidente che di fronte ad un’instabilità così clamorosa lo spread sarebbe ripartito”.

L’ex sindacalista della Cgil ha poi continuato discutendo su possibili scenari futuri. “E’ troppo presto per fare pronostici sul futuro del governo Letta. Ma dico no a governi con transfughi che viva una vita stentata”, ha affermato l’attuale leader del Pd, il quale ha poi continuato parlando di un eventuale prossimo ritorno alle urne: “Non spero nelle elezioni ma non le temo, questo deve essere il nostro atteggiamento. Ma siamo pronti a tutto”.

In maniera retrospettiva poi, Epifani ha riferito riguardo alle sue opinioni sulla campagna elettorale passata fatta da Pier Luigi Bersani. “Pierluigi Bersani ha sbagliato a fare una campagna elettorale ‘di conserva’. Ha sottovalutato la domanda di cambiamento del Paese. Ma non ha sbagliato solo lui, ma tutti quelli che gli erano intorno, compreso Enrico Letta“.

Valutando alcuni scenari futuri, invece, il segretario ha ribadito di non voler correre per la leadership del Pd durante il prossimo congresso: “Il ruolo di garanzia che mi è stato chiesto esclude questo gioco di parte. Nell’ambito di un congresso è giusto che ci sia un nuovo segretario legittimato dagli elettori”.Riflettendo sui possibili candidati che potrebbero contendersi la guida del partito Epifani ha nominato Matteo Renzi ed Enrico Letta, ma non si è detto sicuro del fatto che questi due nomi saranno gli unici due proponibili.

 

Redazione online