Mutande uomo: scoprire se si è Siffredi oppure Topolino

    Scena: notte, ritorno a casa dopo una cena di gala. Lui, elegante come poche volte accade, con abito nero e cravatta, di tutto punto. Vestito di raso io, attillato e super sexy.  Belli, giovani e alti. Le mie gambe, le sue spalle. Gli occhi di tutti puntati sulla pista da ballo mentre diamo sfoggio della nostra incapacità di muovere due passi senza pestarci i piedi divertiti.

     

    Una serata perfetta che può sublimare con un’ora d’amore. La voglia di dormire è poca, quella di travolgerci in un’ultima danza dei nostri corpi è decisamente più forte. I baci, le carezze, le parole sussurrate nell’orecchio… inizio a slacciargli il pantalone, abbasso pian piano la cerniera eh…ORROOOOOREEEEEE! Spuntano fuori dei boxer colorati con pannocchiette di mais in ogni dove. Al centro ne svetta una, gigante, ambigua, inquietante. L’effetto tamarreide è inevitabile. Il calo della mia libido sotto i piedi anche!

    Certo, dovevo aspettarmelo: il signorino non è proprio quello che comunemente viene definito “un tipo sobrio”, ma perlomeno in questa occasione, un bel boxer scuro, non avrebbe fatto la sua sporca figura?