Osservatore Romano: “Trovare soluzioni per scongiurare la crisi”

L'Osservatore Romano (GABRIEL BOUYS/AFP/Getty Images)

In un editoriale a firma Marco Bellizzi, l’Osservatore Romano, quotidiano della Santa Sede, ha attaccato: “Diverse voci dissidenti, fra le quali quella di esponenti di primo piano del Pdl, più o meno apertamente hanno espresso il proprio favore per soluzioni in grado di scongiurare una crisi che appare irresponsabile provocare non solo per le sue ripercussioni economiche, ma per le ricadute sulla credibilità dell’intera classe politica italiana”.

Ha spiego l’editorialista del quotidiano vaticano: “Il timore è che il tessuto condiviso di regole sul quale si basa ogni convivenza civile, lacerato nel corso di questi anni da un confronto politico esasaperato, rischi di uscire definitivamente compromesso da una chiamata permanente allo scontro. E solo sullo sfondo, purtroppo, rimangono i problemi irrisolti della disoccupazione e delle scarse risorse a disposizione, per esempio, degli enti locali, alcuni dei quali hanno denunciato proprio in questi giorni di essere sull’orlo del collasso finanziario”.

Bellizzi ci tiene inoltre a sottolineare che “è opinione condivisa dalle diverse parti politiche che l’Italia stia vivendo un momento cruciale, nel quale ci si interroga sul concetto di Stato di diritto, sull’indipendenza della magistratura e sul pericolo di compromettere l’affidabilità, non solo finanziaria, del Paese”. L’editorialista ha anche ricordato il monito del Capo dello Stato nei giorni scorsi, in cui ha sottolineato che sembrano lontani i tempi in cui “la politica, sebbene anche allora non immune a storture ed inefficienze ma animata da non poche figure di valore — che non erano costrette a interrogarsi quotidianamente sull’opportunità della loro scelta di campo — era considerata un’alta forma di testimonianza coerente da esercitare al di là di ogni tornaconto personale”.

Redazione online