Libano: autobomba nella città di Hermel, ci sono vittime

Recente attentato a Hermel (AFP/Getty Images)
Recente attentato a Hermel (AFP/Getty Images)

Ancora sangue in Libano: un’autobomba è esplosa infatti nel pomeriggio di oggi a Hermel, città nell’est del Libano, al confine con la Siria, considerata una roccaforte del movimento integralista sciita-libanese Hezbollah; non è il primo attacco che colpisce la città nella Valle del Bekaa. Al momento, il bilancio parla di cinque morti. A sottolinearlo è la locale agenzia Al Manar, che spiega come sia stato colpito un checkpoint dell’esercito libanese sul ponte Oronte. Un’altra fonte, quella della tv libanese Al Jadid spiega che i morti sono due, entrambi ufficiali dell’esercito.

Nelle scorse settimane, come detto, altri attentati si erano registrati a Hermel: lo scorso 16 gennaio le vittime erano state cinque. Aveva raccontato al ‘Daily Star’ Sobhi Saqr, sindaco della città libanese: “Stavo andando a lavorare quando ho sentito un’esplosione che ha distrutto la mia auto. Mirano a uccidere quanti più civili possibile, questo non è un attentato politico”. Il primo febbraio, lo scenario si era ripetuto, causando, secondo fonti della sicurezza, quattro morti e 23 feriti.

Redazione online