Renzi al Quirinale, la “sua” Alfa è un modello fuori produzione

    L'Alfa 166 (foto Rudolf Stricker, licenza CC-BY-SA-3.0)
    L’Alfa 166 (foto Rudolf Stricker, licenza CC-BY-SA-3.0)

    L’avevamo visto arrivare qualche giorno fa con una più moderna nuova “Giulietta”, ieri invece Matteo Renzi è tornato al Quirinale, dove è stato ricevuto dal presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, a bordo di un’Alfa 166, ammiraglia della grande casa automobilistica italiana, prodotta tra il 1998 e il 2007 in circa 101.000 esemplari.

    Il protocollo e le misure di sicurezza impongono che le figure istituzionali si muovano in auto blu e l’Alfa 166, che a fine anni Novanta venne prodotta per sostituire la mitica 164, in commercio nel decennio precedente, essendo nata nel 1987, riempie i garage “istituzionali” dello Stato.

    Una nuova versione della 166 venne presentata nel settembre del 2003, entrando in commercio due mesi dopo, con un’operazione restyling comprendente innovazioni a livello stilistico, motoristico, di allestimenti e di dettagli.

    Redazione online