Sanremo, Codacons: “Ascolti desolanti, pubblicità a rischio”

Sanremo 2014 (getty images)
Sanremo 2014 (getty images)

La finale del Festival di Sanremo ha fatto registrare un grande calo di ascolti rispetto all’edizione dello scorso anno, perdendo oltre 10 punti di share. Un risultato pessimo  che potrebbe avere delle ripercussioni per l’azienda sul fronte delle entrate pubblicitarie.

Il Codacons in una nota ha affermato: “Stiamo preparando una istanza alla Corte dei Conti, affinché verifichi se gli ascolti in forte calo di questa edizione del Festival determinino un danno immediato o futuro per la Rai, e in tal caso di accertare l’entità esatta di tale danno per le casse dell’azienda – spiega il Presidente Carlo Rienzi – Ciò che è certo, è che con un anno di tempo a disposizione per preparare il Festival e risorse immense, da Fazio ci si aspettava molto di più.

“È giunta finalmente l’ora di legare i compensi dei conduttori Rai ai risultati raggiunti in termini di ascolti, seguendo il principio applicato in molte aziende di tutto il mondo – prosegue Rienzi – Per tale motivo chiediamo alla rete di Stato di vincolare già dal prossimo anno i cachet dei conduttori di Sanremo al gradimento del pubblico espresso attraverso i dati Auditel”.

 

Redazione online