Sanremo, trionfa Arisa. Sul podio Gualazzi-Bloody Bedroots e Renzo Rubino (VIDEO)

Arisa sul palco dell'Ariston (Daniele Venturelli/Getty Images)
Arisa sul palco dell’Ariston (Daniele Venturelli/Getty Images)

E’ passata da un pezzo mezzanotte quando Fabio Fazio e Luciana Littizzetto leggono il nome della vincitrice della 64esima edizione del Festival di Sanremo. A trionfare sul palco dell’Ariston, in una manifestazione canora un po’ sotto tono rispetto agli standard è Rosalba Pippa in arte Arisa. La cantante potentina ha conquistato il pubblico con il brano ‘Controvento’, scritto da Giuseppe Anastasi, paroliere che fino al 2010 è stato legato anche sentimentalmente ad Arisa e con il quale l’artista ha proseguito nella collaborazione.

Vincitrice nel 2009 nella sezione Nuove Proposte con la canzone ‘Sincerità’, Arisa era poi tornata a Sanremo l’anno dopo con ‘Malamorenò’. Nel 2012 si era poi classificata seconda con ‘La notte’. Il brano di quest’anno, preferito dal pubblico a ‘Lentamente (Il primo che passa)’, risulta essere il tra i più trasmessi in radio tra quelli sanremesi di quest’anno. Il podio è stato completato dalla coppia composta da Raphael Gualazzi e Bloody Bedroots, giunti secondi, e da Renzo Rubino, il più giovane tra i big in gara.

“Tutto ok, sono contenta”, le prime parole della vincitrice di un’edizione che ha visto comunque un podio composto da artisti giovanissimi. Oltre alla 32enne potentina, infatti, Gualazzi è nato a Urbino nel 1981, mentre Renzo Rubino non ha ancora compiuto 26 anni. Il premio della critica ‘Mia Martini’, infine, è andato a Cristiano De André, per il brano ‘Invisibili’, scartato dal pubblico nella prima selezione, ma rivalutato dalla stampa.

Redazione online

Guarda videoclip ufficiale di “Controvento”