Lazio, clamorosa contestazione contro Lotito. Ma lui non molla: ”Rimango qui”

Contestazione in casa Lazio (getty images)
Contestazione in casa Lazio (getty images)

 

Contestazione senza precedenti in casa Lazio, prima, durante e dopo il match contro il Sassuolo di ieri. Tutto l’Olimpico ha esposto un cartoncino con scritto: ”Libera la Lazio”, rivolto al Presidente Lotito, invitato a cedere il club biancoceleste. Ma tale contestazione non ha fatto nè caldo, nè freddo al Presidente dei capitolini, visto che a fine partita ha rilanciato: ”Quello che conta e’ fare una critica costruttiva, la societa’ non e’ in vendita e la daro’ a mio figlio.Non sono amareggiato, prendo atto di certi comportamenti che non hanno nulla a che fare con il tifo. Dietro c’è una regia che ha altri interessi e vorrebbe che io venda la Lazio. E’ chiaro che si puo’ sempre migliorare, ma lo si puo’ fare senza far saltare la societa’. Non ho nessuna preoccupazione e non ho intenzione di vendere la societa’, ben vengano le critiche costruttive. Nel 2004 io ho messo circa 150 miliardi di vecchie lire personali per prendere 1070 miliardi di debiti”.

Marco Orrù