Come riscaldare la casa con 15 centesimi al giorno

    1

    L’aumento bollette energetiche è uno dei grossi problemi con cui abbiamo a che fare spesso, d’inverno a maggior ragione visto che c’è chi usa il riscaldamento elettrico che incide notevolmente sulla bolletta. Un utente di YouTube ha messo a punto un modo per riscaldare una stanza spendendo circa 15 centesimi per quattro ore. Dylan Winter, ha creato il suo ‘riscaldatore’ fai da te utilizzando dei lumini bianchi posti all’interno di uno stampo per plumcake e li ha poi coperti con due vasi di terracotta.

    Le bollette sono sempre più care e il giornalista Dylan Winter ha inventato un metodo innovativo e super economico per riscaldare la propria abitazione. L’uomo utilizza dei lumini bianchi messi dentro ad uno stampo per plumcake in metallo e due vasi di terracotta. Questo metodo sfrutta il principio dei moti convettivi che afferma che l’aria calda tende a salire.

    Il sistema utilizza i principi scientifici di trasferimento di calore per convezione e il signor Winter afferma che può riscaldare la propria abitazione per circa otto ore al giorno. Winter, che posta su YouTube sotto il nome utente KeepTurningLeft, è un giornalista ed è proprietario di una barca. Ha creato questo metodo fai da te come sistema alternativo per riscaldare sua barca così come il suo ufficio a casa.

    L’uomo ha comprato 100 lumini Glimma da Ikea che costano 3.50 euro (ognuno costa quindi 0,035 €), uno stampo per plumcake, e due vasi di di terracotta di dimensioni diverse. Il vaso più piccolo, quando capovolto, deve coprire solo il centro dello stampo, mentre il vaso grande ha bisogno di adagiarsi comodamente su quello più piccolo, ad esempio un vaso di diametro 10 e uno di diametro 14 dovrebbero andare bene (controllate però al momento dell’acquisto perché potrebbe essere diverso lo spessore del bordo). Nel video che spiega come assemblare le cose, Winter accende quattro lumini e li mette dentro lo stampo. Capovolge il vaso più piccolo sopra lo stampo stesso e copre il buco del vaso (quello da dove in genere esce l’acqua in eccesso), con uno dei lumini già consumati. Il vaso grande viene quindi posto sopra il più piccolo, senza però tappare il buco.
    2
    Il sistema funziona in quanto le particelle di gas calde, generate dalle candele sono molto più leggere dei gas dell’aria e tendono dunque a risalire verso le zone più fredde. Un’idea innovativa che riesce a riscaldare la propria casa con solo pochi centesimi.

    Tuttavia, Charlie Pugsley, dalla squadra investigativa del Vigili del Fuoco di Londra, ha messo in guardia contro l’uso dei metodi alternativi di riscaldamento in casa. “Questo sistema di riscaldamento è a rischio. Come un investigatore dei Vigili del Fuoco, vedo decine di incendi ogni anno, tra cui quelli fatali, che sono causati da persone che utilizzano forme alternative di riscaldamento e illuminazione, la maggior parte dei quali comprendono una fiamma accesa. Le candele possono essere estremamente pericolose – una piccola folata di vento può causare un incendio se lasciata troppo vicino a fonti infiammabili. Siamo consapevoli che alcune persone possono essere in difficoltà per pagare le bollette della luce o del carburante per le caldaie, ma invitiamo tutti a riflettere attentamente sulla loro sicurezza e su quella di chi li circonda prima di usare le candele per riscaldare le case“.

    Fonte: Daily Mail