Istat: 2013 anno nero per le vendite al dettaglio

Un negozio di alimentari a Roma (Getty Images)
Un negozio di alimentari a Roma (Getty Images)

Arriva oggi il dato dell’Istat sulle vendite al dettaglio nel 2013 e come c’era da aspettarsi non è per niente buono. Nell’anno appena passato si è verificato un calo del 2,1% rispetto al 2012. Si può parlare di un vero e proprio crollo, poiché il calo è il più forte dal 1990, data di inizio delle serie storiche. Nel 2013 sono diminuite anche le vendite di prodotti alimentari, scese dell’1,1% rispetto all’anno precedente. Per gli alimentari è il calo annuo più forte dal 2009.

Quello del 2013 è stato un Natale amaro, per consumatori e commercianti, con un calo delle vendite al dettaglio, registrato a dicembre, dello 0,3% rispetto al precedente mese di novembre e del 2,6% su base annua. Sempre a dicembre 2013 gli alimentari sono scesi su base mensile dello 0,5%.

Redazione