Milano. E’ deceduto il tassista pestato durante una lite in strada

Ambulanza ( Pierre Teyssot/AFP/GettyImages)
Ambulanza ( Pierre Teyssot/AFP/GettyImages)

Si è spento all’ospedale Niguarda dopo quasi due giorni di agonia il tassista che lo scorso 23 febbraio era stato aggredito a Milano. Il sessantottenne Alfredo Famoso è deceduto, secondo un comunicato trasmesso dalla stessa struttura ospedaliera del capoluogo lombardo, a causa dei gravi traumi riportati a seguito del pestaggio.

 Il fatto si è svolto poco dopo le ore 20:00 di domenica sera, quando il guidatore del taxi stava transitando nella carreggiata e, durante il suo tragitto, avrebbe causato l’ira di un pedone che, stando alle prime ricostruzione, pare fosse sulle strisce pedonali in attesa di attraversare assieme alla moglie in stato di gravidanza.

Sembra che la lite tra il tassista e il passante – un cinquantenne residente nella zona in cui s’è svolta la vicenda – sia scaturita dalla mancata precedenza data dal conducente della vettura. Dopo che i due hanno avuto una breve discussione, dal ciglio della strada il pedone ha alzato una confezione di bottiglie d’acqua minerale che stava trasportando dal supermercato verso casa e l’ha tirato in direzione del tassista. L’uomo è stato colpito dal carico alla testa e, subito dopo l’urto, si è accasciato a terra.

 

Redazione online