Usa: sostegno di Obama a Renzi su crescita e lavoro. I due leader s’incontreranno a Roma il 27 marzo

Il Presidente americano Barack Obama (Getty images)
Il Presidente americano Barack Obama (Getty images)

La sera stessa in cui il Senato ha votato la fiducia al governo Renzi, il presidente americano Barack Obama ha telefonato al giovane neo presidente del consiglio Matteo Renzi per esprimere il suo sostegno sull’agenda delle riforme e sopratutto per quanto riguarda i temi di creazione di posti di lavoro e di crescita economica.

E’ quanto si apprende da una nota della Casa Bianca e della Presidenza del Consiglio: “Il presidente del consiglio, Matteo Renzi, ha ricevuto oggi una calorosa telefonata di congratulazioni dal Presidente degli Stati Uniti, il quale ha formulato i migliori auguri di successo al nuovo governo. Obama ha manifestato il proprio apprezzamento per l’agenda di riforme del Presidente Renzi, sottolineando in particolare l’obiettivo comune di promuovere la crescita e la creazione di posti di lavoro”, scrive il governo.

Stando a quanto si apprende dai media, dal canto suo Renzi avrebbe “evocato la propria conoscenza e il senso di amicizia per gli Stati Uniti, sviluppati sia a titolo personale che come sindaco di Firenze. La collaborazione bilaterale nel campo della sicurezza e della difesa, hanno concordato i due leader, continuerà ad essere un pilastro dell’attività della comunità internazionale volta alla stabilità e alla pace”.

In merito alla politica estera il presidente americano ha ricordato l’impegno italiano in Libia, Afghanistan e Siria: “Il presidente non vede l’ora di continuare lo stretto rapporto tra Usa e Italia su l’Afghanistan, la Libia, il Transatlantic Trade and Investment Partnership e la cooperazione su sicurezza e difesa” viene scritto nella nota della Casa Bianca.

“Il presidente Renzi, nel condividere la necessità di sviluppare la collaborazione sui principali temi dell’agenda internazionale, a cominciare dalla crisi in Ucraina, ha evidenziato l’importanza del dialogo transatlantico, anche con riferimento al negoziato sulla liberalizzazione dei commerci e degli investimenti (TTIP), nella prospettiva della presidenza di turno italiana dell’Unione europea a partire dal 1 luglio” viene scritto in merito alle rassicurazioni espresse da Renzi concludendo la nota ricordando l’incontro tra i due leader a Roma il prossimo 27 marzo, in occasione della visita del presidente americano in Italia.
“Entrambi i leader hanno dato il benvenuto al loro incontro di marzo a Roma come un’opportunità per creare una profonda cooperazione bilaterale su questa e altre questioni che interessano a entrambi i Paesi”, conclude la Casa Bianca.

Redazione

LEGGI ANCHE:
Governo Renzi, ok del Senato alla fiducia con 169 voti favorevoli