‘Dissidenti’ M5S, gli utenti del blog di Grillo ratificano l’espulsione

Il logo del M5S (Getty Images)
Il logo del M5S (Getty Images)

Si sono concluse alle 19 le votazioni riguardanti la ratifica dell’espulsione dei quattro senatori del Movimento 5 Stelle (Battista, Bocchino, Campanella, Orellana), che avevano criticato il comportamento di Beppe Grillo nelle consultazioni, trasmesse in streaming, con il premier incaricato Matteo Renzi. A favore dell’espulsione hanno votato 29.883 attivisti, contro 13.485 utenti certificati. In tutti i votanti sono stati 43.368.

Ieri, la richiesta di espulsione dei quattro senatori era stata approvata a larga maggioranza dall’assemblea congiunta dei parlamentari, grazie al voto favorevole dei deputati pentastellati, che avevano quasi tutti votato a favore. Ciò aveva provocato molte reazioni da parte dei senatori del gruppo, con l’epilogo di oggi e la minaccia di dimissioni di molti esponenti del Movimento 5 Stelle a Palazzo Madama.

Si attendono ora le conseguenze di queste espulsioni all’interno dei parlamentari del Movimento 5 Stelle. Intanto, Lorenzo Battista, Luis Alberto Orellana e Fabrizio Bocchino hanno annunciato che si sono dimessi da senatori della Repubblica. Analoga decisione è stata presa da Maurizio Romani, mentre Francesco Campanella aveva preso in considerazione l’intenzione di “manifestare in chiaro il mio dissenso per svolgere il ruolo di catalizzatore di un movimentismo slegato da proprietari di marchio e megafoni ingombranti”.

Redazione online