Napolitano a Catania elogia le iniziative del Mezzogiorno. Ma gli operai protestano

Giorgio Napolitano (FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)
Giorgio Napolitano (FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)

Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, è oggi a Catania dove ha assistito, presso il Municipio locale, alla firma per l’inaugurazione del nuovo Distretto Sud Est Sicilia. Il Capo dello Stato è stato accolto, oltre che dal primo cittadino del capoluogo di provincia siciliano, da alcune proteste, discrete ma consistenti. In particolare, sono scesi in strada i dipendenti dell’azienda Micron che, in piazza Università, hanno approfittato della visita di Napolitano per puntare i riflettori sulla propria condizione di disagio. In 419 tra i lavoratori Micron, infatti, si sono visti recapitare un avviso di mobilità e rischiano ora il posto.

Tra gli operai della ditta erano presenti anche alcuni membri del cosiddetto movimento dei Forconi, fenomeno che proprio in Sicilia ha una delle sue roccaforti.

Il presidente Giorgio Napolitano, da parte sua, si è concentrato sulla novità istituzionale proposta con la creazione del Distretto Sud Est Sicilia ed ha dichiarato ai microfoni dei giornalisti: “E’ una prova di come dal Mezzogiorno può partire una capacità d’innovazione e una capacità progettuale senza la quale non c’è politica nazionale che possa risolvere i problemi del Mezzogiorno”.

Redazione online