Fiorentina, Borja Valero: ”Gervasoni è un bugiardo”

Borja Valero (getty images)
Borja Valero (getty images)

 

Fa discutere in casa Fiorentina la squalifica di Borja Valero per 4 giornate dopo l’espulsione nel match contro il Parma. L’arbitro Gervasoni, nel referto post gara, non ha perdonato allo spagnolo le mani addosso subito dopo avergli sventolato il rosso e qualche parolina di troppo.

Ma l’ex Villareal non ci sta a dover scontare una squalifica così pesante e a sua volta attacca: ”Sono molto deluso. Ciò che ha scritto l’arbitro nel referto è una mancanza di rispetto alla mia integrità come giocatore e soprattutto come persona. E non è vero. Non ho fatto niente per essere espulso – riporta La Gazzetta dello Sport –, sono andato a separare due giocatori, mi sono state messe le mani addosso, e sono stato cacciato io. Mai nella mia vita ho fatto niente contro un arbitro. Tre, quattro, dieci giornate di squalifica non m’importano. Quello che conta è che sono stato offeso perché tutto quello che è stato scritto nel referto è una bugia. Ho dovuto spiegare a mio figlio di 4 anni perché sono stato espulso, senza saperlo nemmeno io. Non ci sono dubbi su quello che è accaduto veramente. Nel calcio ho sbagliato una sola volta (nel 2011, dopo essere stato calpestato da un avversario, lo colpì con una testata al petto in Villarreal-Odense, ndr ). Ho fatto di molto peggio quindi, e sono stato squalificato per due partite. Quello che è stato scritto non si avvicina alla realtà, e le immagini lo dimostrano”.

Marco Orrù