India: tre elefanti, tra cui un cucciolo travolti da un treno

Zampe di elefante (Getty images)
Zampe di elefante (Getty images)

E’ ancora strage di elefanti in India dove dopo la tragedia avvenuta nel mese di novembre scorso quando sei esemplari furono investiti sui binari dei treni, oggi si apprende che altri tre pachidermi sono stati travolti da un treno passeggeri, l’intercity express Guwahati-Tinsukia, che stava percorrendo il distretto settentrionale di Jorhat, nei pressi del villaggio Venuguri vicino alla stazione di Moriani.

Stando a quanto riportano le agenzie i due adulti sono morti sul colpo, mentre il cucciolo che è stato ferito gravemente è stato ritrovato morto dalle guardie forestali nelle vicinanze della ferrovia.
I pachidermi provenivano dalla Gibbon Wildlife Sanctuary, una riserva situata nelle vicinanze.
Recentemente, sempre al confine della riserva sono rimasti uccisi un altro elefante e una tigre.

L’India conta un triste record in quanto secondo i dati ufficiali, tra il 2007 e 2013 sono morti circa 90 elefanti delle riserve naturali a causa di scontri ferroviari.
Tuttavia, gli ambientalisti stimano un numero molto più elevato, denunciando l’uccisione di almeno 500 esemplari in quanto molti incidenti non sarebbero stati registrati dalle autorità forestali.

Dopo il grave incidente che si è verificato nel West Bengala a novembre, la Corte Suprema indiana ha imposto il limite dei 25 chilometri all’ora per i treni passeggeri e merci che attraversano le riserve naturali grazie ad un ricorso presentato da un ambientalista.

Redazione