Vendola: nel Movimento 5 Stelle lapidazione di massa

Nichi Vendola (Getty Images)
Nichi Vendola (Getty Images)

Duro intervento da parte del leader di Sel, Nichi Vendola sulle espulsioni all’interno del Movimento 5 Stelle. “Devo dire che si prova una grande tristezza per questa violenza, questo ostracismo, questa specie di lapidazione di massa nei confronti di chi vuole articolare il pensiero e non viverlo come un corpo contundente”, ha detto Vendola ai giornalisti a Bari

Il sistema fa schifo, ha ragione il mondo grillino a ritenere che il sistema faccia schifo, ma quella roba che abbiamo visto ieri fa più schifo del sistema che intende combattere“, ha commentato duramente il leader di Sel. “C’è davvero – ha aggiunto – neanche tanto in filigrana il segno di una cultura a cui repelle il dialogo, l’approfondimento e la dialettica, espressione di una cultura fondamentalista che si traduce nella metafora dalla falange spartana: chiunque si sottrae a questo abbraccio protettivo di una politica militarizzata è traditore».

“Credo che le categorie del tradimento, il traditore, siano proprio l’evocazione delle epoche più buie della lotta politica – ha detto ancora Vendola -. Credo che nella politica la cosa più bella sia esattamente la contesa delle idee, la possibilità di arricchirsi reciprocamente e la possibilità di cambiare le proprie idee. Soltanto gli imbecilli non la cambiano e riproducono se stessi”, ha concluso.

Redazione