Roma: domani Renzi partecipa al Congresso del Pse

Matteo Renzi (GIANNI ATTALMI/AFP/Getty Images)
Matteo Renzi (GIANNI ATTALMI/AFP/Getty Images)

Proseguirà fino a domenica presso il Palazzo dei Congressi a Roma (Piazzale Kennedy) il congresso elettorale del Partito Socialista Europeo (Pse) intitolato “Socialists&Democrats- Towards a new Europe“.

I membri dei partiti che hanno deciso di aderire al Pse saranno invitati ad adottare il manifesto e ad eleggere il candidato comune alla presidenza del Pse.

L’incontro prenderà il via alle ore 9h, con i saluti in apertura del ministro degli Esteri italiano Federica Mogherini, del Segretario Generale del Pse Achim Post e con l’intervento del presidente del Pse Sergei Stanishev.
Interveranno i leader dei partiti, i primi ministri e gli esponenti di governo europei, tra i quali anche il premier italiano Matteo Renzi.

La giornata si concluderà alle 14h con gli interventi del Vice Cancelliere tedesco Sigmar Gabriel e del presidente del Parlamento Europeo Martin Schulz che presenta la sua candidatura alle Europee.

La campagna elettorale per le Europee di maggio del partito socialista europeo (Pse), che sarà intitolata “knock the door” (bussa alla porta o anche porta a porta) prende spunto dal modello della campagna elettorale di Barack Obama e di quella del presidente francese François Hollande.
Come riporta l’Ansa, questa mattina è intervenuto al palazzo dei Congressi di Roma, Guillaume Liegey spiegando ai militanti socialisti che “fare porta a porta dà ottimi risultati contro l’astensionismo”.

Liegey ha ricordato come in Francia ci sono stati 80mila volontari che hanno bussato a 5 milioni di porte dell’elettorato che era da conquistare affermando che sul 10% del totale i volontari hanno conquistato un 3% in più, circa 300mila voti, ovvero un numero equivalente ad un quarto del margine di vittoria di Hollande su Nicolas Sarkozy.

Redazione

LEGGI ANCHE:
Direzione Pd sancisce adesione a Pse, Matteo Renzi: “E’ un punto d’arrivo”