Flop ai César per La grande bellezza

Paolo Sorrentino con poster de La grande bellezza ( David Buchan/Getty Images For TheWrap)
Paolo Sorrentino con poster de La grande bellezza ( David Buchan/Getty Images For TheWrap)

Dopo la vittoria ai Golden Globe e quella ai BAFTA, Paolo Sorrentino, a una sola giornata dall’attesissima notte degli Oscar, subisce la sua prima sconfitta. La grande bellezza, il film candidato alla statuetta firmato dal regista napoletano e interpretato da Toni Servillo, è stato superato dalla pellicola belga Alabama Monroe che ieri sera ha vinto il premio come miglior film straniero assegnato durante la cerimonia dei César, gli “oscar francesi”.

Prima della cerimonia molto si è discusso, oltralpe, sul conferimento del premio come miglior attrice non protagonista che vedeva, tra le altre, in lizza l’ipotetica amante del presidente francese Francois Hollande, Julie Gayet, e la madre di Carla Bruni, Marisa Borini. Entrambe le due attrici sono rimaste senza premio e ad avere la meglio è stata Adèle Haenel, l’interprete del film Suzanne.

 

Redazione online