Milano. Civati dice a Pizzarotti: “Nei 5 Stelle mi avrebbero espulso”

Pippo Civati (screenshot Skytg24)
Pippo Civati (screenshot Skytg24)

Pippo Civati e il sindaco pentastellato di Parma, Federico Pizzarotti, si sono incontrati ieri nel corso della presentazione del libro Il primo cittadino, scritto da Marta Serafini per Add editore ed illustrato presso la Libreria del mondo offeso con sede a Milano. Nel corso dell’evento in cui entrambi hanno rivestito il ruolo del presentatore, Civati e Pizzarotti hanno condito con alcune osservazioni politiche la discussione inerente al libro.

Alla presenza del sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, Civati ha ironizzato sulla questione attuale che interessa il Movimento 5 Stelle: quella delle espulsioni dal partito. “Se fossero nei 5 Stelle mi avrebbero espulso”, ha detto. Sul tema hanno battibeccato anche i due primi cittadini Pisapia e Pizzarotti e, alle parole del parmense “tu ti sei basato su un giornale, che è l’unica possibilità che abbiamo, ma nessuno di voi c’era” si è sollevato un forte brusio da parte del pubblico presente.

“C’è un subbuglio nel Movimento 5 Stelle, c’è un dibattito dentro Sel, tutte queste componenti fanno pensare che ci possa essere qualcosa di diverso. Una nuova maggioranza è presto, poi Renzi è convinto di Alfano no? Tutt’al più Verdini”, ha dichiarato, tra il serio e il faceto, Civati ai microfoni del Corriere della Sera in merito alla costituzione di un gruppo al Senato che metta insieme i dissidenti grillini con Sel e i cosiddetti dissidenti del Pd.

Redazione online