Staffetta alcolica Facebook: Neknominate, il social game che uccide

    1

    Se sei figo accetti la sfida. Si chiama NekNominate ed è uno dei giochi social più assurdi del momento. In cosa consiste? Nel fare cose tremendamente stupide e lanciare poi il guanto di sfida ad un amico che sia capace di batterlo in idiozia con un’azione ancora più insensata.

    Il social game sta prendendo piede anche in Italia con una eccezione alcolica: una vera e propria staffetta a chi beve di più (leggi qui quali sono gli effetti dell’alcolismo). Comincia uno, si riprende in un video che pubblica sulla propria bacheca nominando qualche altro amico che, a sua volta, deve alzare il gomito, riprendersi e taggare qualcun altro, e così via in una catena di Sant’Antonio ad alto tasso alcolemico.

    Divertente, forse, ma anche pericoloso perché si sa, il troppo a un certo punto, storpia. Ed è così che qualcuno ci rimette la pelle: Stephen Brookes, 29 anni, è morto dopo essere stato ‘nominato’ e aver assunto una quantità sproporzionata di alcol. Stessa triste fine per due ragazzi irlandesi: Jonny Byrne, 19 anni, che è annegato dopo essersi tuffato nel fiume completamente ubriaco e Ross Cummins, 22 anni, che è stato trovato privo di sensi in una casa di Dublino ed è morto più tardi in ospedale dopo che aveva bevuto alcolici ed era svenuto.

    Stessa sorte anche per il ragazzo inglese Isaac Richardson, 20 anni; pare che prima di morire abbia detto: “Voglio superare tutti, io voglio fare qualcosa che nessuno ha mai fatto”. Peccato, persino nella sua idiozia è riuscito ad esser battuto da altre tre persone.

    Fonte: www.news.leonardo.it