Crisi Ucraina. Il ministro russo Lavrov viaggia in Cina e a Ginevra

Ministro degli esteri russo, Sergei Lavrov (Getty images)
Ministro degli esteri russo, Sergei Lavrov (Getty images)

E’ una giornata significativa quella di oggi per quanto riguarda la crisi ucraina e l’instabilità che interessa la penisola di Crimea. Il ministro degli esteri russo, Serghiei Lavrov, sta svolgendo alcune visite diplomatiche e portando sul tavolo la questione controversa dell’Ucraina. Nel corso della mattinata si è recato in Cina, dove ha incontrato l’omologo cinese Wang Yi. I due hanno parlato di “larga concordanza” su quanto sta succedendo in questi giorni a Kiev e dintorni.

Nel pomeriggio, invece, Lavrov si recherà a Ginevra per incontrare il segretario generale dell’ONU, Ban Ki-moon. L’evento si svolgerà all’interno della riunione nella città elvetica del Consiglio dei diritti dell’uomo facente capo alle Nazioni Unite.

Sul lato opposto dei sostenitori dell’Ucraina e delle loro volontà di integrazione con l’Unione Europea, si è espresso il presidente della Commissione Europea, José Manuel Barroso, il quale ha invitato le istituzioni comunitarie a: “Sostenere la loro sovranità e continuare ad offrire loro le prospettive di integrazione economica e politica e di associazione con la Ue, mostrare loro che c’è una prospettiva europea nel loro futuro”.

Redazione online