GF 13: buoni ascolti all’esordio, Latorre frena le polemiche su sua figlia

 

Alessia Marcuzzi (Clive Rose/Getty Images)
Alessia Marcuzzi (Clive Rose/Getty Images)

 

Buoni ascolti per la serata d’esordio della tredicesima edizione del Grande Fratello: la diretta di ieri è stata vista da 5 milioni 440 mila spettatori, totalizzando il 24,94% di share. Un discreto risultato se paragonato al flop del GF 12, in seguito al quale si è deciso di sospendere la trasmissione per un anno, ma molto al di sotto dei boom registrati dalle primissime stagioni del reality. Anche su Twitter e sui social network la partecipazione, per quello che è stata annunciato come un format molto più “social”, è stata positiva, con 113 mila Tweet ricevuti nel corso della diretta.

Alla conduzione per l’ottavo anno consecutivo si è rivista ancora Alessia Marcuzzi, affiancata quest’anno da una nuova coppia di opinionisti: Manuela Arcuri e Cesare Cunaccia. Ieri sera i 15 concorrenti sono entrati nella casa e sono rimasti suddivisi tra uomini e donne, i primi in una sorta di “tugurio” da riordinare, le seconde nella Casa vera e propria, dotata di tutti i comfort.

Questo l’elenco dei partecipanti: Modestina, Andrea, Samba, Mia, i “fratelli papillon” Armando e Giuseppe, Valentina, la ragazza che ha perso un braccio in un incidente stradale, Mirco, Francesca detta “Chicca”, Giovanni, Francesca, Diletta, Angela, Roberto, Michele e Greta.

Massimiliano Latorre, uno dei due marò detenuti in India, ha provato a mettere a tacere con un post su Facebook le polemiche che hanno investito sua figlia Giulia pochi giorni prima della messa in onda della prima puntata: la ragazza aveva dichiarato pubblicamente di voler partecipare al reality per urlare al mondo l’innocenza del padre. Questo il testo del messaggio inserito da Latorre sul social network:

“Sono scosso e rattristato dal clamore mediatico suscitato dal desiderio espresso da mia figlia Giulia di partecipare al Grande Fratello. Capisco le sue motivazioni, ma si tratta di una questione che riguarda l’ambito famigliare e le scelte di una maggiorenne. Il rumore che si sta facendo attorno a questo episodio non fa bene a nessuno, e sarei pertanto più sereno e contento se stampa e televisione non vi dessero risalto, vista la delicatissima situazione che mio malgrado mi vede protagonista. M.L.”

 

Redazione