Legge elettorale. Berlusconi annuncia sì di FI alla Camera ma comunica disappunto

Silvio Berlusconi (Getty Images)
Silvio Berlusconi (Getty Images)

“Manifestiamo la nostra disponibilità ad una soluzione ragionevole che, nel disegnare la nuova legge elettorale, nei limiti l’efficacia alla sola Camera dei Deputati, accettando lo spirito dell`emendamento 2.3”, sono queste le parole di Silvio Berlusconi lasciate a un comunicato con cui il leader di Forza Italia ha acconsentito formalmente alla proposta di compromesso con Matteo Renzi.

Mentre il premier italiano si trova a Tunisi per la sua prima visita estera, arriva la notizia della ratifica dell’accordo tra i due partiti, ma il Cavaliere, dal canto suo, non ha tralasciato l’occasione per dimostrare una sua parziale amarezza o, per meglio dire, un suo “disappunto per le difficoltà del presidente del Consiglio di garantire il sostegno della sua maggioranza agli accordi presi pubblicamente”.

 

Redazione online