Madre e figlio sgozzati a Milano, arrestato l’omicida: è un uomo di 36 anni che ha confessato

Carabinieri (getty images)
Carabinieri (getty images)

Libanny Mejia e suo figlio di tre anni e mezzo sono stati  sgozzati ieri a Milano in un condominio in via Segneri. Un uomo è stato fermato per l’omicidio della dominicana.

L’omicida, che ha confessato, è un salvadoregno amico di famiglia della vittima. Il 36enne ha raccontato tutto dopo un lungo interrogatorio davanti al procuratore aggiunto Alberto Nobili e al Pm Gianluca Prisco.

Entrambe le vittime sono state ritrovate con vaste e profonde lesioni alla gola. La donna, Libanny Meja Lopez, dominicana, è stata trovata a terra in salotto, nuda, nel sangue. Il piccolo Leandro era in bagno, ancora in pigiama, su un fianco. Forse ha tentato di scappare dalla furia dell’assassino.

A scoprire il duplice delitto è stata la madre della donna, che si era recata dalla figlia e dal nipotino. Sono poi state le sue urla disperate a richiamare l’attenzione di vicini e altri parenti, che hanno telefonato numerosi al 118 e alla polizia. “Ho sentito solo poche parole: l’hanno uccisa, l’hanno uccisa!”, ha detto un’anziana che vive al piano terra del condominio. Dalla sua finestra la condomina ha raccontato ai cronisti presenti di aver sentito la frase pronunciata da chi ha scoperto i cadaveri. “Ma non so altro, non ho sentito nulla al momento dell’omicidio”.

 

Redazione online