Acerra: 3 disoccupati saliti sulle ciminiere del termovalorizzatore

Termovalorizzatore, Acerra
Termovalorizzatore, Acerra

E’ ancora disperazione, rabbia e impotenza: il tema della disoccupazione in Italia e quello della crisi economica sta portando all’estremo molti cittadini e a momenti si perde il conto dei suicidi degli imprenditori che si sono tolti la vita a causa del fallimento delle loro aziende.

Ad Acerra in provincia di Napoli, tre ragazzi disoccupati sono saliti sulle ciminiere del termovalorizzatore minacciando di gettarsi nel vuoto se non otterranno un lavoro nell’impianto di incenerimento di rifiuti.

Infatti, si apprende che i tre uomini hanno messo in atto questo gesto estremo dopo aver incontrato i vertici aziendali locali dell’A2A, la società che gestisce il termovalorizzatore che avrebbe respinto l’ipotesi di un’assunzione nell’impianto.

Alla risposta negativa, i tre, invece di lasciare la struttura, sono saliti sulle parti più alte dell’impianto.

Redazione