Cina: donna si dà fuoco a piazza Tienanmen

Colonna di fumo in Piazza Tiananmen, ingresso Città Proibita, Pechino (Getty images)
Colonna di fumo in Piazza Tiananmen, ingresso Città Proibita, Pechino (Getty images)

Piazza Tiananmen è stata di nuovo lo scenario di una tragica protesta in Cina dove, stando a quanto riporta l’emittente Radio Free Asia, una donna si è data fuoco proprio nel giorno dell’apertura della sessione dell’Assemblea nazionale del popolo, il parlamento cinese.

Al momento non si hanno notizie delle condizioni della donna soccorsa dalle guardie che presidiano la piazza.
Secondo la ricostruzione dei fatti, le guardie son riuscite a spengere le fiamme in pochi minuti e hanno portato via immediatamente la donna, mentre la polizia ha subito ripulito la piazza eliminando ogni traccia della tragica protesta.

Si apprende che la polizia ha anche impedito i passanti di fotografare la scena e che avrebbe addirittura sueqestrato dei cellulari.
Alcuni testimoni hanno riferito di aver solo intravisto la scena e alcune persone hanno detto di aver visto che la donna ha riportato delle bruciature al volto.

Come ricorda Rainews, nel mese di dicembre 2013 in occasione della Giornata mondiale per i diritti umani, una decina di persone hanno tentato un suicidio di massa a Pechino per protestare contro il mancato risarcimento per lo sgombero forzato delle loro case.

Redazione