Edilizia scolastica. Giannini: “L’obiettivo è stanziare 4 miliardi”

Stefania Giannini, Scelta Civica (screen shot youtube)
Stefania Giannini, Scelta Civica (screen shot youtube)

La ministra all’Istruzione, Stefania Giannini, ha riferito oggi in merito al piano messo in campo dal governo presieduto da Matteo Renzi sulla messa in sicurezza degli edifici scolastici. Il progetto, uno dei cavalli di battaglia del nuovo esecutivo di cui il premier ha parlato anche in sede di Senato nel discorso sulla richiesta della fiducia, è stato presentato da Giannini nel corso della conferenza intitolata “A scuola si cresce sicuri” tenuto a viale Trastevere.

“Il progetto lanciato a Treviso e ribadito ieri da Renzi a Siracusa prevede la possibilità di investire fondi che sono già nei Comuni e Enti locali, vincolati dal patto di stabilità. Noi come ministero, abbiamo risorse che confluiranno nel fondo unico dell’edilizia e che, quantificate sui vari capitoli, arrivano a superare gli 8-900 milioni. Quindi una parte considerevole è già accantonata al Miur. L’obiettivo totale è di arrivare a 4 miliardi, anche se la cifra che ha dato il Presidente Renzi è quella attendibile oggi”, ha affermato la ministra in quota Scelta Civica riferendosi al piano di stanziamento che parta dalla cifra di due miliardi proposto da Renzi.

Giannini ha fatto presente che in Italia sono circa il 40% gli edifici scolastici che necessitano di lavori strutturali di riqualificazione e, in base al piano programmatico, saranno aperti nel corso dell’estate i cantieri che interesseranno le scuole selezionate.

 

Redazione online