Lisbona: scoperti i resti di una nuova specie di dinosauro, il Torvosaurus gurneyi

Octavio Mateus (PAULO CUNHA/AFP/Getty Images)
Octavio Mateus, uno dei due ricercatori (PAULO CUNHA/AFP/Getty Images)

 

Due ricercatori dell’Università di Lisbona e del Museo di Lourinha hanno pubblicato un articolo sulla rivista Plos One nel quale annunciano il ritrovamento, proprio in Portogallo, dei resti del dinosauro più grande mai scoperto in Europa: Christophe Hendrickx e Octavio Mateus pensavano di essersi imbattuti, dove hanno effettuato gli scavi a nord di Lisbona, in una specie molto comune in Nord America, il Torvosaurus tanneri. Dopo un attento confronto con varie ossa, però, le differenze sono risultate tali che è stato dato un nome ad una nuova specie: Torvosaurus gurneyi.

Si tratta di un predatore terreno che viveva nella penisola iberica, tra i più grandi dinosauri del periodo Giurassico (tra i 200 e i 150 milioni di anni fa): lungo fino a 10 metri e del peso tra le 4 e le 5 tonnellate. Possedeva dei denti affilatissimi a forma di lama, lunghi fino a 10 centimetri, particolare che lo collocava in cima alla catena alimentare di quell’era. Confrontandolo con altri predatori simili, inoltre, è possibile che avesse il corpo ricoperto di piume. «Il Torvosaurus gurneyi, con un teschio di 115 centimetri, è stato uno dei più grandi carnivori terrestri vissuto a quell’epoca. Un attivo predatore che cacciava gli altri grandi dinosauri, come è evidenziato dai denti di forma di lama», ha commentato Christophe Hendrickx.