Marzo 1989: 25 anni fa Berners-Lee pubblicava il saggio che teorizzava Internet

    Tim Berners-Lee (Danny Lawson - WPA Pool/Getty Images)
    Sir Tim Berners-Lee (Danny Lawson – WPA Pool/Getty Images)

     

     

     

    Sono passati ben 25 anni da quando l’informatico inglese Tim Berners-Lee teorizzò Internet: in un saggio pubblicato il 12 marzo 1989, infatti, l’uomo, che lavora al Cern di Ginevra, esponeva un metodo per migliorare le comunicazioni all’interno dell’immensa struttura. In “Management dell’Informazione: una proposta“, Berners-Lee forse non si aspettava di aver avuto un’idea così brillante e rivoluzionaria, specie per le applicazioni successive che la scienza è riuscita a darle.

    Internet in questi 25 anni ha subito un’evoluzione sorprendente , tanto che Papa Francesco l’ha osannato definendolo “Un dono di Dio”, ed oggi è collegato ad ogni aspetto della nostra vita quotidiana: ormai quasi senza accorgercene, ci rivolgiamo al Web per la ricerca di qualsiasi cosa. Dai viaggi, ai ristoranti, dagli eventi all’informazione, oltre a frequentare una infinità di spazi per “socializzare”.

    Il Pew Research Center ha condotto una ricerca, pubblicata proprio per questa ricorrenza, tra i cittadini americani: per il 53% di loro sarebbe “molto difficile” separarsi dalla Rete (nel 2006 erano il 38%).  Ma soprattutto, cresce sempre di più la percentuale di coloro che rinuncerebbero molto più volentieri alla televisione piuttosto che alla connessione ad Internet.

     

    Redazione