Renzi a Bruxelles su Ucraina: “Siamo molto preoccupati”

Matteo Renzi (GIANNI ATTALMI/AFP/Getty Images)
Matteo Renzi (GIANNI ATTALMI/AFP/Getty Images)

Matteo Renzi ha commentato con i giornalisti i lavori del consiglio straordinario dei presidenti dell’UE svoltosi a Bruxelles per discutere della questione ucraina.

“Si è raggiunto uno statement condiviso”, ha affermato il premier facendo sapere che il presidente del Consiglio Europeo riferirà sulla questione a breve e illustrerà l’esito dell’incontro.  “Credo che ci sia un filo diretto tra ciò che sta accadendo a Roma – dove al momento, ha spiegato si sta svolgendo una conferenza sulla questione libica – e quello che abbiamo fatto qui oggi”, ha aggiunto Renzi.

Il presidente del Consiglio ha fatto sapere che lo stato delle cose a Kiev e in Crimea è “difficile” e che il leader UE sono “molto preoccupati”, ma si sono compiuti passi avanti con il meeting odierno.

Alle domande dei giornalisti in relazione ai commenti che ieri il commissario Olli Rehn ha fatto sulla situazione economica italiana, Renzi ha risposto: “Non abbiamo rassicurazioni da dare. qui si è parlato di Ucraina, non della situazione economica dei paesi membri. […] Si dipinge l’Europa come un luogo nel quale veniamo a prendere i compiti da fare a casa. Non è così: l’italia sa quello che deve fare per il futuro dei propri figli e lo farà”.

“Abbiamo una cena con il segretario di Stato”, ha concluso poi Renzi in relazione all’incontro di questa sera con John Kerry a Villa Taverna a Roma.

 

Redazione online