Ucraina, premier Yatseniuk a leader Ue: “Pronti a firmare l’accordo di associazione”

Yatseniuk coi vertici della Commissione europea (OLIVIER HOSLET/AFP/Getty Images)
Yatseniuk coi vertici della Commissione europea (OLIVIER HOSLET/AFP/Getty Images)

Incontrando oggi i leader dell’Unione Europea, il premier ucraino Arseni Yatseniuk ha affermato oggi: “Siamo determinati e pronti a firmare l’accordo di associazione con la Ue. Siamo in situazione economica disperata”. “Finora abbiamo evitato di rispondere con la forza, perché questo era lo scenario che pensava la Russia”, ha poi aggiunto il premier ucraino, spiegando che Mosca “sta facendo azioni inaccettabili”, ma “in caso di ulteriori azioni nel territorio ucraino, il governo e le forze militari interverranno”.

Yatseniuk ha sottolineato di non avere paura di uno scontro con la Russia, perché “loro hanno più armi e la bomba atomica, ma noi abbiamo lo spirito della libertà”.In ogni caso, l’accordo di associazione con l’Ue, l’Ucraina è disposta a firmarlo “non appena possibile”. Infine il premier lancia un appello alla Russia, affinché ritiri l’esercito: “Siamo determinati a collaborare, ma non a essere subordinati alla Russia”.

Nel frattempo, a margine della conferenza internazionale sulla Libia a Roma, il ministro degli Esteri francese Laurent Fabius ha commentato la crisi russoucraina, spiegando: “Se si accetta il principio che una regione qualsiasi in qualsiasi Paese, in contraddizione con la costituzione di quel Paese, può decidere di annettersi a uno Stato che, tra l’altro lo ha incoraggiato a farlo, vuol dire che non ci sarà più pace internazionale né frontiere certe”.

Redazione online