Usa, media: il settimanale Newsweek torna in una versione cartacea

Nuova copertina cartacea di Newsweek (screen shot hompage del settimanale)
Nuova copertina cartacea di Newsweek (screen shot hompage del settimanale)

Se per molti il network si rivela essere la nuova frontiera del futuro per la diffusione dell’informazione, dall’altra invece per alcuni si è rivelato un vero e prorpio fallimento: è il caso del settimanale americano “Newsweek” che, dopo due anni di pubblicazione digitale, tornerà in versione cartacea. Infatti, come riporta Tmnews, il settimanale sarà in edicola già da vnerdì 7 marzo sia in versione statunitense che europea.

La IBT Medias, società proprietaria della testa, in questa nuova sfida che la vede in competizione con settimanali quali il Time, ha comunicato di voler creare un prodotto di altissima gamma sia da un punto di vista dei contenuti, delle immagini che la stessa qualità della carta.
Il magazine costerà 7,99 dollari a numero, una cifra molto superiore alla media di 5/6 dollari.

Il nuovo progetto cartaceo mira alla tiratura di 70 mila copie settimanali, laddove negli anni Novanta era di 3,3 milioni di copie.

Il settimanale che è stato fondato nel 1933 ha subito un declino alla fine degli anni Novanta, tanto da intraprendere nel 2012 l’avventura digitale con la IBT Medias, una puccola società di pubblicazione online che rilevò parte della società editrici. Tuttavia, come riportano i media americani i due giovanissimi fondatori della società digitale Etienne Uzac, 30 anni, e Johnathan Davis, 31 anni, non avevano ben valutato il mercato digitale.

Redazione