Paralimpiadi: Igor Stella, del team azzurro di ice sledge hockey, sospeso per doping

Igor Stella in un'azione di gioco (Jamie McDonald/Getty Images)
Igor Stella in un’azione di gioco (Jamie McDonald/Getty Images)

 

Le Paralimpiadi di Sochi, che prenderanno il via oggi con la cerimonia d’apertura, cominciano nel peggiore dei modi per l’Italia: Igor Stella, un giocatore della formazione di ice sledge hockey, è stato trovato positivo al doping e sospeso in via precauzionale. L’atleta 23enne di Varese è accusato di aver assunto degli steroidi anabolizzanti ed ora resta in attesa del pronunciamento della giustizia sportiva.

Stella è già stato a colloquio con la commissione medica del Comitato Paralimpico Internazionale, alla quale ha spiegato di aver assunto, nei 30 giorni precedenti dalle Paralimpiadi (quindi non sarebbe tenuto a denunciarne l’uso da regolamento), una pomata antidecubito ad azione anabolizzante a base cortisonica, il Trofodermin. La sostanza incriminata è contenuta in questo farmaco e si tratta del Clobetasol, uno dei farmaci cortisteroidei più potenti in commercio.

L’attaccante della nazionale di sledge hockey azzurra non abbandonerà comunque il ritiro per il momento, ma non parteciperà alla sfilata di apertura delle Paralimpiadi di questo pomeriggio. Igor Stella si trova alla sua seconda presenza a questa manifestazione dopo il settimo posto dell’Italia a Vancouver.

 

Redazione