Vigevano: barista uccide la moglie con due coltellate, poi si costituisce

Carabinieri(MARIO LAPORTA/AFP/Getty Images)
Carabinieri(MARIO LAPORTA/AFP/Getty Images)

 

 

L’ennesimo episodio di cronaca nera in famiglia si è consumato oggi a Vigevano, in provincia di Pavia: il protagonista è Francesco Albano (71anni), che ha impugnato un coltello ed ha inflitto due colpi alla coniuge, Assunta Cigliano (43), che si trovava dietro il bancone dello Psyco Cafè, il bar che i due gestivano in corso Cavour.

Il delitto è avvenuto attorno a mezzogiorno, e quando sono stati chiamati i soccorsi per la donna non c’era più nulla da fare. L’omicida si è costituito ai carabinieri e ha dichiarato che il movente sarebbe stata la gelosia: l’uomo, infatti, accusava spesso la coniuge di avere un’altra relazione e per questo motivo pare che i litigi fra i due fossero molto frequenti. La coppia aveva due figlie, una di 16 e una di 19 anni. Le forze dell’ordine si trovano sul posto per ricostruire l’accaduto e cercare dei testimoni.

 

Redazione