Volterra: agente penitenziario si ammazza ad un anno di distanza dal suicidio del fratello

Carcere di Volterra (Getty images)
Carcere di Volterra (Getty images)

E’ una triste storia quella che ci giunge da Siena dove un agente della Polizia Penitenziaria del carcere di Volterra, Daniele Piroddi di 47 anni si è tolto la vita a distanza di un anno dal suicidio del fratello gemello, Gonario Piroddi, un imprenditore edile che si è tolto la vita il 10 aprile 2013 a causa della crisi economica che lo aveva costretto a licenziare alcuni dei suoi operai e infine a dover affrontare il pagamento di un pesante bollettino.
Il suo caso provocò una profonda commozione in Sardegna dove è stato creato all’indomani della sua morte, il “Comitato spontaneo Pro Gonario”.

Secondo le indiscrezioni sulla tragedia, Daniele Piroddi, originario di Orotelli, in provincia di Nuoro, lascia la moglie e una figlia.
Daniele non si sarebbe mai ripreso dalla morte del fratello gemello e avrebbe lasciato una lettera con le spiegazioni del suo gesto alla sorella, che vive in Sardegna.

Redazione