Boeing sparito in Malesia: quattro identità sospette a bordo dell’aereo

Najb Razak , primo ministro malese (Getty Images)
Najb Razak , primo ministro malese (Getty Images)

Ancora non è stato ritrovato l’aereo scomparso in Malesia. La Malaysia Airlines esamina l’ipotesi terrorismo dopo la scomparsa del Boeing 777  decollato da Kuala Lumpur con 239 persone a bordo. Lo ha annunciato il ministero dei Trasporti malese. In merito alla pista terrorismo, i servizi di sicurezza malesi indagano in particolare sui due passeggeri che hanno utilizzato i passaporti rubati all’italiano Luigi Maraldi e a un cittadino austriaco.
Intanto sono partite le indagini per fare i controlli sui dei passeggeri sospetti. “Sono quattro infatti le identità sospette dei passeggeri – racconta rainews.it –  fra cui quello salito a bordo con il passaporto rubato all’italiano Maraldi. Il volo Malaysia Airlines MH370 è sparito dai radar mentre sorvolava il mare fra la Malesia e il Vietnam. Ad ammetterlo il ministro Seri Hishammuddin, spiegando che le autorità di Kuala Lumpur stanno indagando sulla pista del terrorismo in collaborazione con l’Fbi”.
Possibile cambio di rotta prima di sparire dal radar? I radar dell’esercito locale mostrano che il volo Malaysia Airlines MH370 sparito potrebbe aver invertito la rotta da Kuala Lumpur a Pechino poco prima che
si interrompessero i contatti con la torre di controllo.

Rodzali Daud, il capo dell’aeronautica di Kuala Lumpur in conferenza ha annunciato: “Abbiamo analizzato le registrazioni dei radar e ci siamo resi conto che c’è una possibilità che l’aereo abbia invertito la rotta”, ha detto Daud ai giornalisti.

Redazione