Boldrini assicura: lunedì si chiuderanno i lavori sulla legge elettorale

Laura Boldrini ( ANDREAS SOLARO,ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)
Laura Boldrini ( ANDREAS SOLARO,ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)

La Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini, intervistata a “In mezz’ora” di Lucia Annunziata, ha assicurato che “domani si esauriranno i lavori” sulla nuova legge elettorale (Italicum), in discussione alla Camera. “Ce lo auguriamo fortemente, e siamo organizzati perché nella giornata il percorso si esaurisca”, ha detto Boldrini.

“Abbiamo ancora 100 emendamenti da votare con i tempi contingentati per circa 8 ore – ha spiegato la presidente della Camera -. Certo, quando i gruppi chiedono un aumento dei tempi viene concesso. Succederà ancora perché la posta in ballo è alta ed è giusto. E’ una giornata cruciale per il Paese“, ha affermato.

Il nodo da sciogliere sulla legge rimane quello della norma sulla parità di genere, a favore della quale si sono pronunciate quasi tutte le deputate dell’arco costituzionale, mentre Forza Italia frena.

Secondo Boldrini, comunque, sulle cosiddette quote rosa “il 67% degli italiani è favorevole e voterebbe i partiti con ai vertici le donne”. Ma “questo fa paura”, ha sottolineato la presidente della Camera: “C’è grossa resistenza di chi ha sempre avuto le leve del potere”. La parità di genere “è importante per rinnovare il Paese – ha insistito -. Bisogna dare concretezza al rinnovamento. E’ snodo cruciale e le donne lo sanno bene. Dobbiamo ottenere il risultato senza veti incrociati e senza ricatti. Le quote rosa non vanno a discapito di nessuno ma a vantaggio del Paese“, ha concluso.

Nel frattempo, intervistato oggi da Maria Latella a Skytg24, il Ministro degli Interni Angelino Alfano ha aperto alla norma sulla parità di genere nella legge elettorale, ribadendo anche il suo favore alla reintroduzione delle preferenze.


Redazione