Zenit, esonerato Luciano Spalletti

Luciano Spalletti (Getty Images)
Luciano Spalletti (Getty Images)

 

Luciano Spalletti non è più l’allenatore dello Zenit San Pietroburgo. Il club russo l’ha esonerato nella giornata di ieri, anche se l’annuncio ufficiale verrà dato entro la mattina di oggi. Ma ormai è tutto deciso. Per il tecnico italiano sono stati fatali gli ultimi risultati. Lo Zenit ha perso contro il Borussia Dortmund l’andata degli ottavi di finale di Champions League in casa, compromettendo ormai il passaggio del turno, mentre in campionato ha pareggiato, sempre in casa, contro il Tom Tomsk, vincendo solamente 1 delle ultime 11 gare giocate dallo Zenit, ovviamente contando anche quelle prima della pausa invernale. Finisce dopo 4 anni e mezzo la sua avventura russa con due titoli, una Coppa e una Supercoppa russa come palmares.

Spalletti ha fatto bene soprattutto nei primi 2-3 anni di Zenit, poi non è riuscito a dare continuità alla sua squadra, soprattutto in campo europeo. Per ora lo sostituirà Sergey Semak, 38 anni, già capitano della nazionale russa a Euro 2008, fino alla stagione scorsa centrocampista dello Zenit e da questa nello staff di Spalletti. Per l’allenatore di Certaldo ora potrebbe esserci un futuro in Italia.