Migranti, nasce bimba a bordo della motovedetta della Guardia Costiera

Bimba nata Guardia Costiera
(Dan Kitwood/Getty Images)

Dalla tragedia alla speranza. Dalla terribile storia del piccolo Aylan a quella piena di speranza di questa bimba nata in un momento e in un luogo poco indicati per questo tipo di cose. La piccolina infatti è nata in mare aperto a bordo di una motovedetta della Guardia Costiera che stava trasportando la madre, nigeriana di 24 anni, e altri migranti verso Lampedusa. L’annuncio è stato dato in tempo reale via Twitter proprio dai soccorritori: “Una nuova vita naviga verso Lampedusa”.

La piccola pesava alla nascita circa tre chilogrammi e sia lei che sua madre godono di ottima salute. La donna si trovava insieme ad altri 55 migranti e tutti erano stati trasportati a bordo della motovedetta proprio perché lei aveva già le doglie e si era capito che di lì a poco avrebbe partorito. I presenti raccontano di un clima di festa a bordo, una situazione davvero strana dato che non è certo quello il clima che solitamente si respira in queste situazioni.

F.B.

Leggi anche:

Migranti: “Una crisi che durerà almeno 20 anni”

Permessi di soggiorno, la Corte Ue condanna l’Italia