Dalai Lama sui migranti: “L’Europa non può accogliere tutti”

Dalai Lama migranti Europa
(Keith Tsuji/Getty Images)

Il Dalai Lama, guida spirituale del buddhismo, è in viaggio in Gran Bretagna e ha sorpreso un po’ tutti dimostrandosi molto più pragmatico di tanti politici a proposito della questione immigrazione. Ecco le sue semplici parole: “Penso che Germania e Austria abbiano avuto una buona risposta alle migrazioni, ma bisogna riflettere: è impossibile che tutti possano venire in Europa”. L’uso della parola “impossibile” fa molto riflettere, perché esprime un giudizio piuttosto tranchant sulla questione migranti. Il Dalai Lama elogia dunque i Paesi europei che hanno aperto le loro frontiere e hanno accolto così tanti profughi, ma poi molto realisticamente invita ad una riflessione sul fatto che questa ondata migratoria non può essere infinita e deve per forza di cose essere gestita e regolamentata in qualche modo.

Il monaco tibetano ha poi aggiunto: “Bisogna interessarsi dei migranti ma in piccoli numeri” e comunque facendo sempre riferimento alla capacità di accoglienza di ogni determinato Paese per evitare che i profughi siano in numero eccessivo rispetto allo spazio disponibile o rispetto ai cittadini di un determinato luogo. Secondo il Dalai Lama bisognerebbe impegnarsi di più nella risoluzione dei problemi alla radice, andando a pacificare le zone di guerra e aiutando queste popolazioni prima che siano costrette ad intraprendere i viaggi della speranza verso l’Europa.

F.B.

Leggi anche:

Il Papa: “Accogliere i migranti anche se c’è il rischio terrorismo”

Naufragio in Grecia, strage di bambini