Giugliano dice “no” a Gomorra, il sindaco: “Crea eroi negativi”

Cast Gomorra (Getty Images)
Cast Gomorra (Getty Images)

Nessuan ripresa nelle strade di Giugliano per la serie tv Gomorra. “È diseducativa e non ci aiuta ad archiviare l’onta del commissariamento per camorra”, dice il sindaco Antonio Poziello che ha annunciato su Facebook di aver negato l’autorizzazione a girare alcune scene in città. La produzione aveva chiesto di poter effettuare un sopralluogo in via Ripuaria, in via Caraffiello, sul litorale, dove lo scorso maggio sono state già girate alcune scene in luoghi privati, e su un tratto della Circumvallazione esterna.

La richiesta è arrivata sulla scrivania del sindaco ieri. Immediata la reazione che ha alimentato un feroce dibattito tra i sostenitori della serie tv e chi vuole tutelare l’immagine della città. “La serie tv non mi piace: esalta il ruolo dei “cattivi”, generando emulazioni tra bande di ragazzini sbandati, crea eroi negativi che divengono modelli da imitare. Nell’eloquio tutt’altro che immaginifico. Nell’abbigliamento. Nella condotta a-morale”, scrive su FB.

Poi, aggiunge: “Giugliano cerca occasioni di riscatto. Ma, soprattutto, Giugliano è diversa e distante dalla rappresentazione che ne ha già dato la serie Gomorra”. Non saranno registrate scene in luoghi pubblici, quindi. “Mi auguro che gli autori vorranno avere un rispetto ed una considerazione di questa città diversi da quelli che le hanno tributato in precedenza. In caso contrario, siamo pronti a portare la produzione in tribunale”, dice Poziello

 

Leggi anche

Marco D’Amore a 360°, intervista a Ciro di “Gomorra” : “E’ stato fantastico girare a Scampia”

Pina Turco a 360°: da “Un posto al sole” al successo di “Gomorra”. L’attrice si racconta

Intervista a Marco Palvetti: a Scampia le riprese della nuova Serie di Gomorra

Intervista a Fortunato Cerlino: “Don Pietro” ci racconta il suo impegno nel progetto ASIA Onlus