Il Papa: “Basta con il luogo comune della donna tentatrice”

Papa francesco Donna
(ALBERTO PIZZOLI/AFP/Getty Images)

Papa Francesco durante l’Udienza generale ha tenuto l’ultima catechesi sul tema del matrimonio e della famiglia. Lo stesso Pontefice ha sottolineato che ci si trova alla vigilia di eventi importanti, “belli e impegnativi, che sono direttamente legati a questo grande tema: l’Incontro Mondiale delle Famiglie a Filadelfia e il Sinodo dei Vescovi qui a Roma”.

E mentre negli Usa veniva arrestato un ragazzino che avrebbe pianificato un attentato contro il Papa, lui si dedicava ai temi che gli stanno più a cuore concentrandosi particolarmente sul ruolo della donna. Secondo il Pontefice “la donna, ogni donna, porta una segreta e speciale benedizione per la difesa della sua creatura dal maligno, come la donna dell’Apocalisse che corre a difendere il figlio dal drago e lo protegge”. Il Papa ha sottolineato che “Cristo è nato da una donna e questa è la creazione di Dio sulle nostre piaghe, sui nostri peccati, ci ama come siamo e vuole portarci avanti con questo progetto, e la donna è la più forte nel portare avanti questo progetto”.

Parlando del ruolo della donna il Papa ha voluto anche sfatare alcuni miti che continuano a riecheggiare nella nostra società: “Esistono molti luoghi comuni, alcuni anche offensivi, sulla donna tentatrice, invece c’è spazio per una teologia della donna che sia all’altezza di questa generazione di Dio”. E la donna in alleanza con l’uomo, dunque formando una famiglia, può cambiare il mondo e la società: “La famiglia ci salva da tanti attacchi, distruzioni e colonizzazioni, come quella del denaro o quelle ideologiche che minacciano il mondo. Una nuova alleanza dell’uomo e della donna deve ritornare ad orientare la politica, l’economia e la convivenza civile! Essa decide l’abitabilità della terra, la trasmissione del sentimento della vita, i legami della memoria e della speranza. Di questa alleanza la comunità coniugale-famigliare dell’uomo e della donna è la grammatica generativa, il ‘nodo d’oro’, potremmo dire. La fede la attinge dalla sapienza della creazione di Dio: che ha affidato alla famiglia non la cura di un’intimità fine a sè stessa, bensì l’emozionante progetto di rendere domestico il mondo”.

F.B.

Leggi anche:

Papa Francesco: “Le donne sono ancora discriminate sul lavoro”

Giubileo, il Papa: “Assolvere dal peccato di aborto chi chiederà perdono”