Il Papa incontrerà Fidel Castro a Cuba

Papa Francesco Cuba fidel Castro
(VINCENZO PINTO/AFP/Getty Images)

Ufficialmente non è ancora in agenda, ma l’incontro tra Papa Francesco e il leader cubano Fidel Castro dovrebbe avvenire comunque. Ad ammetterlo è Padre Federico Lombardi, direttore della Sala Stampa della Santa Sede: “Per ora non è in agenda ma è possibile. Bisogna vedere quando e come poterlo fare”. L’incontro è comunque “del tutto verosimile ed è prevedibile che ci sia nel corso della giornata all’Havana”. Tra l’altro fa sapere Padre Lombardi è stato lo stesso Raul Castro a chiedere che avvenisse l’incontro tra il Pontefice e Fidel.

Proprio oggi Papa Francesco ha parlato del suo imminente viaggio a Cuba e begli Stati Uniti rilasciando questo messaggio: “Fin da ora saluto con affetto il popolo cubano e quello statunitense, che, guidati dai loro Pastori, si sono preparati spiritualmente. Chiedo a tutti di accompagnarmi con la preghiera, invocando la luce e la forza dello Spirito Santo e l’intercessione di Maria Santissima, Patrona di Cuba quale Virgen de la Caridad del Cobre, e Patrona degli Stati Uniti d’America quale Immacolata Concezione”.

Da Cuba nel frattempo arrivano le parole di padre Yosvany Carvajal, parroco della Cattedrale dell’Avana e direttore del Centro Félix Varela, registrate da Radio Vaticana: “Tutto il popolo cubano aspetta il Papa latinoamericano: un Papa che parla la nostra lingua, un Papa dunque particolarmente vicino, un Papa straordinariamente attento ai poveri e ai piccoli. E quindi questa Chiesa che è piccola, povera, bisognosa, riceve il Papa con un senso di gratitudine”. Padre Carvajal non dimentica che Cuba sta vivendo un momento di disgelo ed apertura verso gli Stati Uniti proprio grazie all’input di Papa Francesco e riporta così il modo in cui i cubani stanno affrontando questi cambiamenti: “I cubani vogliono che le porte si aprano ancora di più. Il popolo cubano vive quindi con molta speranza questo nuovo capitolo della storia nazionale: l’apertura, il dialogo con un “nemico” molto antico del governo, ma non del popolo. C’è speranza nelle famiglie affinché la situazione migliori a livello economico; affinché ci possa essere anche una cooperazione con gli Stati Uniti a livello accademico, economico e molti imprenditori possano venire a Cuba”.

F.B.

Leggi anche:

Papa negli Usa: arrestato 15enne che pianificava attentato