Polemiche a Roma per ‘piazza Martin Lutero’ (VIDEO)

Ignazio Marino (TIZIANA FABI/AFP/Getty Images)

‘Piazza Martin Lutero – Teologo tedesco della riforma (1483-1546)’, questa la dicitura che appare sulla targa apposta nel parco di Colle Oppio, a due passi dal Colosseo, ieri pomeriggio nel corso dell’inaugurazione della piazza dedicata al ‘padre’ della riforma protestante. Presente alla cerimonia anche il sindaco Marino, che ha rilevato: “Roma è una città che accoglie e rispetta tutte le culture e le religioni e che, insieme a queste, vuole costruire un mondo migliore”.

“Penso che quello che sta facendo la Germania, l’Italia e noi oggi sia un segno di quanto sia importante che tutti cerchiamo di lavorare ogni giorno per aiutare chi è rimasto indietro” – ha aggiunto Marino – “Voglio leggere la frase che scrisse Lutero poco prima della sua morte, una frase impressionante perché collega questa piazza, il gesto che stiamo compiendo nei confronti dei nostri fratelli protestanti: ‘Siamo mendicanti, questa è la verità'”.

Gratitudine è stata espressa anche dal pastore della Chiesa Luterana di S. Andrea nei confronti del Comune di Roma e di Marino “per aver appoggiato la nostra iniziativa. Piazza Martin Lutero è importante per diversi motivi: ricorda il suo soggiorno romano, è una piccola tessera del mosaico della città di Roma, ricorda la riforma che fu un evento religioso, è segno di una Roma aperta al mondo”. Tante le autorità presenti, tra cui l’ambasciatore della Repubblica federale della Germania, Susanne Wasum-Rainer, l’ambasciatore della Repubblica federale di Germania presso la Santa Sede, Annette Schavan, il sindaco di Lutherstadt Eisleben, città natale di Martin Lutero, Jutta Fischer.

Polemico Federico Mollicone, esponente di Fratelli d’Italia:”La nostra è una contestazione civile non contro l’intitolazione di una piazza a Lutero, riteniamo solo inadatto questo luogo, ma che il Parco di Colle Oppio è abbandonato al degrado e questo avviene alla vigilia del Giubileo. Marino viene qui dopo tre anni a fare vetrina. Questo parco, che dovrebbe essere il fiore all’occhiello di Roma, è abbandonato e degradato. Solo oggi hanno fatto gli interventi del servizio Giardini, di decoro e pulizia”. Dal partito della Meloni polemiche anche nei giorni scorsi con la consigliera Lavinia Mennuni.

Tutt’altro il giudizio di Sel, con Paolo Cento, coordinatore di Roma, e Mauro Cioffari, capogruppo del Municipio I, che giudicano “strumentale contrapporre la cerimonia di inaugurazione della piazza all’imminente apertura del Giubileo: è un’offesa al principio della libertà religiosa sancito dalla nostra Costituzione e al costante dialogo portato avanti dalle confessioni religiose”.

Marino all’inaugurazione della piazza

GM