Basket, l’Italia batte la Repubblica Ceca e si qualifica per il Torneo preolimpico

Italia  (Photo credit should read PHILIPPE HUGUEN/AFP/Getty Images)
Italia (Photo credit should read PHILIPPE HUGUEN/AFP/Getty Images)

L’ItalBasket riscatta parzialmente la sconfitta contro la Lituania nei quarti di finale dell’Europeo, batte 85-70 la Repubblica Ceca e conquista il pass per il torneo preolimpico del prossimo anno, che regalera’ altri posti per Rio 2016. Questi i parziali: 21-21, 42-37, 74-54. Top scorer Vesely da una parte con 26 punti, Bargnani con 21 dall’altra. Una vittoria meritata da parte degli azzurri, mai messa in discussione dai cechi.

Felice al termine del match il Ct Pianigiani per aver centrato almeno questo obiettivo, dopo la delusione di ieri: ”Noi dobbiamo guardare a quello che la squadra ha fatto, al torneo di Trieste pensavo che questo fosse l’obiettivo massimo. Chi e’ qui e vede sa che Serbia, Francia, Spagna hanno molto piu’ di noi. Ci manca il loro vissuto, ma anche la tenuta fisica. Noi abbiamo fatto una preparazione con vari acciacchi e siamo arrivati qui con giocatori sempre al limite, anche se avessimo vinto ieri so che eravamo in pluri riserva, ma siamo tornati a fare grandi gare e questo e’ importante. Avrei firmato per la qualificazione al preolimpico, anche se era giusto cavalcare il sogno. Devo dire bravi ai miei giocatori, allo staff che li ha tenuto in piedi, alla Fip che ha messo attorno a noi uno staff di eccellenza, al presidente che stamani ha ringraziato la squadra e che ha fatto un discorso importante”.

A proposito del Torneo preolimpico, l’idea del presidente della Fip Gianni Petrucci sarebbe quella di disputarlo in Italia a Torino. Queste le sue parole a Sky: ”Sono molto sereno, abbiamo fatto il nostro dovere. Ad un certo punto pensavamo di poter avere altro, ma sono sereno e soddisfatto per uno straordinario Europeo. Organizzare in Italia il torneo preolimpico? Ne parlero’ con il presidente del Coni Malago’ che ringrazio per esserci stato vicino cosi’ come tutti i dirigenti del Coni, e’ bello sentire vicini i dirigenti quando c’e’ tanta pressione, parlero’ in consiglio federale, ho la voglia di organizzarlo in Italia, poi e’ chiaro che bisogna ottenerlo”.

M.O.