Migranti, anche la Croazia chiude le frontiere e costruisce un muro

Croazia migranti
( Jeff J Mitchell/Getty Images)

Nella lista dei Paesi che hanno deciso di chiudere le frontiere perché non più in grado di accogliere così tanti migranti dobbiamo iscrivere ora anche la Croazia. Dopo che nei giorni scorsi oltre 11mila profughi hanno varcato il confine con la Serbia, Zagabria ha detto basta. Purtroppo la Croazia va iscritta anche nei Paesi che hanno deciso di erigere un muro per proteggersi dagli arrivi indiscriminati di migranti. Infatti in collaborazione con l’Ungheria sarà eretta un’altra barriera tra i due Paesi, simile a quella che c’è al confine con la Serbia, lunga oltre 41Km.

Nel frattempo arriva l’ennesima triste notizia che riporta la morte di un profugo nel tentativo di attraversa il tunnel della Manica. Lo riporta la prefettura del Nord-Pas-de-Calais, uno degli altri punti critici di questa Europa allo sbando, un’Europa che continua a non avere una linea comune sulla questione migranti e che attende ancora che i governi prendano decisioni condivise, tempestive e risolutive in merito. Il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, ha convocato una riunione straordinaria per mercoledì 23 settembre, mentre il presidente francese Hollande in visita in Italia ha detto che bisogna prendere “decisioni mercoledì, o sarà la fine di Schengen” e ha poi aggiunto: “Si dovranno creare hot spot in Italia, Grecia e Ungheria, lavorare con la Turchia perché accolga i migranti siriani e agire infine sui Paesi di origine”.

F.B.