Venne derisa mentre correva, ragazza obesa finisce in copertina

Lindsey Swift in copertina (foto dal web)
Lindsey Swift in copertina (foto dal web)

Qualche settimana fa, Lindsey Swift, una 26enne inglese, venne derisa in quanto obesa da uno sconosciuto che la prese di mira mentre faceva jogging. Decise quindi di scrivere una lettera aperta “all’idiota che ieri ha pensato di potermi infastidire con battute sul grasso mentre correvo” per ribadire: “Sono davvero grassa e sono anche davvero bella. Ti assicuro che nonostante le tue preoccupazioni, io possiedo uno specchio e il mio fidanzato ha anche lui visto il mio corpo grasso; non dirlo a nessuno, ma credo che gli piaccia pure”.

La vicenda personale della giovane non è passata inosservata tant’è che Elizabeth Hufton, editrice di “Women’s Running”, ha scelto lei come immagine di copertina della nota rivista dedicata alla passione della corsa al femminile. Ha spiegato la Hufton: “La storia di Lindsey e la risposta solidali che ha ricevuto da tutto il mondo dimostra come le donne siano stanche di essere giudicate per la forma fisica e per la velocità, quando praticano lo sport che amano”.

Non è la prima volta che la rivista fa scelte in questo senso: qualche tempo fa, infatti, l’immagine di copertina venne dedicata alla 18enne modella curvy, Erica Schenk, che dichiarò: “La mia generazione si sta emancipando dal giudizio e inizia ad accettarsi. Sono orgogliosa di posare con le mie curve su questa copertina”.

GM